Arredare la nostra casa con le PLant Box

Aggiornamento: 4 nov 2020



Queste fioriere da interni possono rivelarsi molto versatili e utili, con l'aiuto di Francesca, oggi vi vogliamo far scoprire le potenzialità delle Plant Box!


A chi ama le piante da interni è noto che spesso un vaso particolare riesca a rendere la casa più bella e a valorizzarla ulteriormente. Oggi sul mercato esistono supporti per piante dal design minimal, le cosiddette plant box, che possono davvero cambiare l’aspetto di un angolo della nostra casa: in metallo, legno, con inserti in paglia di Vienna, sono disponibili in varie forme, da quelle circolari a quelle rettangolari o quadrate, in diverse misure e colori.




Si possono davvero inserire in ogni stanza della nostra casa: dal living, alla cucina, alla camera da letto, allo studio e persino nel bagno. Al loro interno, a seconda dell’esposizione più o meno luminosa e dell’umidità della stanza, potremo inserire piantine di erbe come origano, salvia e rosmarino (perfette in cucina), frutti di bosco, cactus oppure le bellissime felci, una calathea dalle foglie variopinte, una pilea dalle foglioline verdi e rotonde, una sanseveria.



Ma le plant box si prestano anche ad utilizzi diversi rispetto a quello di un semplice contenitore per piante; presente in vari angoli di case in stile nordico tra le più instagrammate, esse possono trovare collocazione in camera da letto a sostituire il tradizionale comodino, nel bagno al posto di uno scaffale, a contenere i nostri prodotti di uso personale, in cucina accanto all’isola con all’interno bottiglie di vino e ricettari o sul top (nel caso di modelli senza gambe) a contenere porta olio e aceto e taglieri.


Ma i loro utilizzi non finiscono qui: sono perfette anche accanto ad un divano, come tavolino di appoggio, accanto ad una poltrona per organizzare un piccolo angolo bar, nell’ingresso, dove possono essere utilizzate come un utile svuota tasche, o vicino ad una scrivania, con all’interno libri, album e materiale per lavorare.


Per utilizzare le plant box come piani di appoggio, in commercio si trovano dei piccoli ripiani che, in realtà, possiamo creare anche da soli, sostituendoli con un tagliere in legno o in ardesia, ad esempio.




Usate come porta piante o con una differente funzione, dando anche spazio alla nostra fantasia, le plant box conferiranno al nostro ambiente una certa particolarità ed eleganza se abbinate ai giusti accessori e potranno dare vivacità ad un angolo della nostra casa ancora anonimo o che non sappiamo come “riempire”.


Se vuoi approfondire l’argomento leggi l’articolo completo sul blog “Francesca fra interni e design”


Francesca












397 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti